Costrutti matematici nella definizione dell’immagine per la comunicazione grafica

Autori

  • Stefano Chiarenza Dipartimento di Scienze Umane e Promozione della Qualità della Vita, Università San Raffaele Roma, Italia http://orcid.org/0000-0002-9614-6121

DOI:

https://doi.org/10.15168/xy.v2i3.41

Abstract

«Negligent speech doth not only discredit the person of the Speaker, but it discrediteth the opinion of his reason and judgment; it discrediteth the force and uniformity of the matter, and substance».

La rappresentazione costituisce uno dei modi di comunicare più diretti ed efficaci. Valicando i confini tra disegno e linguaggio l’aforisma di Jonson manifesta una chiara ambivalenza: una rappresentazione negligente vanifica non solo le ragioni di chi la produce, ma la sostanza stes- sa della sua comunicazione. Lavorare sull’immagine vuol dire operare delle scelte progettuali, saper interpretare, codificare e tradurre il pensiero in forma visiva. Nel design della comunica- zione, come nell’arte, l’immagine assume allora un ruolo centrale. La sua strutturazione poggia su meccanismi complessi e articolati spesso in relazione diadica e simbiotica col linguaggio verbale. Proprio la natura di tale struttura è stata e continua ad essere oggetto di studio al fine di identificare e descrivere i meccanismi che regolano la sua efficacia. Tuttavia la cornice scientifica in cui spesso viene ricondotta è quella della psicologia della percezione. Il presente contributo intende focalizzare invece l’attenzione sui costrutti matematici che regolano la definizione di una immagine, soffermandosi in particolare sul graphic design. In tale ambito infatti la visualizzazione appare lo strumento fondativo per colmare le limitazioni del logos, e l’apporto di un ordine matematico sotteso alla figurazione definisce in modi non arbitrari le possibilità di una corretta trasmissione delle informazioni. Attraverso lo studio analitico di artefatti matematici si propone una lettura inedita di un vasto repertorio di illustrazioni in cui, a volte inaspettatamen- te, la scienza dei numeri o la geometria rendono felice il messaggio grafico. Lo studio condotto non percorre un territorio inesplorato, ma si inserisce in una frontiera di ricerca ad oggi ancora feconda di significativi frutti.

##submission.downloads##

Pubblicato

2017-08-30

Come citare

Chiarenza, Stefano. 2017. «Costrutti Matematici Nella Definizione dell’immagine Per La Comunicazione Grafica». XY 2 (3):102-15. https://doi.org/10.15168/xy.v2i3.41.

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i